Svelato il misterioso Viaggio dell’Eroe…

n1

Se me lo avessero raccontato 20 anni fa forse non ci avrei creduto… eppure non sarebbe stata una favola o una bugia ma semplicemente un racconto del futuro; della mia vita futura, del mio Viaggio dell’Eroe! Per quel viaggio ero già partito ma non ne avevo consapevolezza…

Aspetta… ho iniziato in modo troppo suggestivo? Non hai capito di cosa parlo?
Ok… facciamo un passo indietro e provo a spiegarti meglio…

Sebastiano Todero foto verdeMi chiamo Sebastiano Todero conosciuto come l’Amico Ottimista e sono un padre di famiglia, dottore in psicologia del lavoro e fin da giovanissimo ho scoperto la mia passione per tutto quello che riguarda le emozioni umane e come viverle più intensamente. Da quasi 25 anni mi occupo di Sviluppo Personale a 360° e oggi aiuto le persone a vivere la loro vita con più intensità e più risultati usando tutto quello che ho imparato, soprattutto dopo la laurea, approfondendo materie come la PNL, il marketing, il mentalismo, lo storytelling, ecc..

In questa serie di 3 Puntate gratis vorrei condividere con te uno degli strumenti più incredibili che io abbia mai scoperto e che riguarda in modo decisamente trasversale un po’ tutte le materie e gli argomenti che ho studiato in quasi un quarto di secolo; ti dico subito che il nome di questo strumento potrebbe non sembrarti immediatamente chiaro, ma appena capirai di cosa si tratta e come si usa…lo adorerai anche tu!

Il nome dello strumento è:

Il Viaggio dell’Eroe

 

In questa prima puntata vorrei però farti capire perchè ti può interessare, perchè potrebbe arricchire la tua vita come ha fatto con la mia e con quella di milioni di persone che lo hanno usato… anche perchè (onestamente) non è un concetto semplicissimo o che si possa riassumere in due paroline e quindi se non sai a cosa ti servirà, magari non ti va di capire come funziona! Giusto?

Chi ha “inventato” Il Viaggio dell’Eroe?

Quindi oggi scoprirai cos’è Il Viaggio dell’Eroe ma soprattutto perchè ti riguarda molto da vicino e mi piace iniziare dal raccontarti come l’ho scoperto io stesso; oggi sono io a presentartelo ma inizialmente a me lo hanno presentato queste persone:

maestri viaggio eroe

Dai… mi rendo conto che forse sapere chi sono questi 5 “maestri” non è la prima cosa che ti interessa ma serve a me per essere onesto e dirti che Il Viaggio dell’Eroe non è una mia invenzione e a dirla tutta non è nemmeno una invenzione di nessuno… perchè è semplicemente la “scoperta” della natura umana e che può solo essere raccontata in modo migliore o peggiore.

Infatti qui sopra puoi vedere i volti di 5 persone che secondo me hanno raccontato la storia del Viaggio dell’Eroe in modo eccellente e io mi metto semplicemente i coda a loro per raccontarla a te e con l’intento di aggiungere qualcosa di particolare che ti svelerò verso la fine della puntata…

il_viaggio_di_ulisse_in_campania_museo_napoli(3)Magari nelle prossime puntate ti parlerò ancora di questi 5 maestri ma oggi li ho solo citati perchè mi sembrava doveroso dirti che questo concetto del Viaggio dell’Eroe ha origini antichissime e si tramanda nei miti e nelle leggende di ogni epoca e cultura: l’Odissea e il viaggio di Ulisse ti dice nulla? Non è proprio l’ultimo romanzo uscito su Amazon… 🙂

In realtà Il Viaggio dell’Eroe è il tuo viaggio, è il mio viaggio ed è semplicemente l’esperienza di vita di tutte le persone che cercando un senso alle vicende quotidiane ad un certo punto incontrano qualcuno che da loro una “chiave di lettura” ovvero un “frame interpretativo” che unisce i pezzi di un puzzle che rischia di apparire senza senso o troppo difficile da completare.

A cosa serve conoscere Il Viaggio dell’Eroe?

Ti sei mai sentito smarrito? Hai mai pensato che il percorso di vita che stai facendo non ha sbocco, che stai “girando a vuoto”? TI sei mai pentito della direzione presa ma avevi paura di tornare indietro?

Un tale disorientamento può avvenire in ambito professionale: cambio lavoro? Mi metto in proprio? Riprendo gli studi? Mi fido di quel socio? Accetto quel cliente? Assumo quella persona? Chiedo quel prestito? Frequento quel corso? Faccio quell’investimento? Ecc., ecc..

Oppure in ambito personale e relazionale: mi sposo? Mi separo? Faccio un figlio? Affronto quel discorso e rischio il litigio? Mi metto a dieta? Cambio la mia estetica? Riprendo quel sogno nel cassetto?

bivioEcco… queste incertezze davanti ai bivi della vita sono molto più comuni di quello che pensi ma proprio perchè non sono una vera forma di “malattia” spesso le persone la sottovalutano. Andare da uno psicologo forse sarebbe esagerato ma far finta di nulla è stupido e non fa altro che peggiorare la situazione.

La destinazione di un viaggio dipende dalle decisioni di ogni giorno quando scegliamo da che parte andare. Ma siamo certi che la scelta sia veramente nostra? Siamo sicuri di non essere influenzati o addirittura manipolati?

Ma allora chi può aiutarci? Come può un concetto millenario come Il Viaggio dell’Eroe esserci d’aiuto? Come può un unico concetto riguardare la vita di tutto e in particolare la tua?

Le esperienze di noi umani sono tutte diverse nei contenuti e nei dettagli ma sostanzialmente sono anche molto simili nella struttura e voglio farti l’esempio più semplice possibile di questo concetto di struttura uguale per tutti: si nasce, si cresce e si muore!

Conosci forse qualcuno la cui vita non abbia questa struttura in 3 fasi? Puoi pensare che ci sia una vita che non inizia con la nascita, che non prosegua (tanto o poco) con una crescita e che non si concluda con la morte? No: in questa struttura siamo tutti assoggettati allo stesso identico destino; nessuna differenza!

Certo è che possiamo nascere in posti differenti, in famiglie diverse e in epoche lontane, possiamo crescere, imparare ed evolvere in milioni di modi unici e ognuno incontra la morte in modi specifici e momenti imprevedibili… Tuttavia anche all’interno di questa struttura piena di scelte e differenze individuali ci sono delle unità di esperienza simili; eccone alcune che sicuramente hai vissuto o vivrai:
– sbagliare cose mai fatte, imparare cose nuove
– aver paura di non farcela, gioire dei successi e traguardi
– innamorarsi, essere rifiutati e lasciarsi o ritrovarsi
– cambiare abitudini, luoghi, amici e lavori
– sposarsi, avere figli, litigare e fare pace
– fidarsi di qualcosa o qualcuno, togliere la fiducia
– realizzare qualcosa, fallire, guadagnare o perdere

Ok… potrei continuare a lungo ma spero tu abbia capito che queste “unità di esperienza” avvengono nella vita di quasi tutti noi anche se non possiamo sapere in che ordine, con che frequenza e con quale intensità; questo rimane un mistero!

Capisci la differenza? Il vero “mistero” nella vita non è tanto sapere COSA capiterà ma piuttosto sapere QUANDO e COME. Essere protagonisti ed Eroi della nostra vita non significa necessariamente fare una COSA mai fatta prima da nessuno… ma piuttosto saper governare la sequenza delle esperienza e scegliere bene da che parte andare per fare in modo che ci sia gioia, soddisfazione e crescita.

Forse questo è il fulcro della prima puntata e ci porta dritti a rispondere alla domanda su cosa serve Il Viaggio dell’Eroe: dato che c’è questo “mistero” conoscere in anticipo la struttura del Viaggio ci permette di non perderci per strada, di tornare in carreggiata se “sbandiamo”, di non avere troppa paura e di vivere con un senso di avventura che da “magia” e intensità a tutte le vicende quotidiane.

Dato che tutti prima o poi ci sentiamo un po’ smarriti, abbiamo dubbi esitazioni o vere paure… conoscere la struttura del Viaggio ti da un “vantaggio” che, se la vita fosse una competizione, sarebbe un “vantaggio sleale” nei confronti dell’avversario 🙂

Interessante Sebastiano… ma puoi essere ancora più semplice e chiaro? A cos’è che serve?

🙂 Ad essere tropo elementari alle volte si rischia di svilire le cose… ma se proprio dovessi dirlo in parole ancora più semplici, direi che conoscere la struttura del Viaggio dell’Eroe serve a vivere una vita eroica, non con meno imprevisti o difficoltà ma con più soddisfazioni e successo e la costante sensazione di potercela fare!

consapevolezzaSe mi prometti che non ti fai sedurre da un linguaggio volutamente “magico” potrei dire che avere in mente la struttura del Viaggio ti da una consapevolezza apparentemente incredibile che restituisce un senso di continuità anche alle vicende più strane o difficili da vivere. Tutti abbiamo bisogno di un “balsamo mentale” definito consapevolezza e che non ha il potere di cambiare le cose ma piuttosto di cambiare il nostro modo di vedere le cose e quindi di reagire ad esse.

Il Viaggio dell’Eroe è un potentissimo strumento per acquisire una consapevolezza eletta in merito alla natura ingannevole di certe difficoltà, degli ostacoli e dei problemi che tutti noi viviamo ma che in realtà sono già stati affrontati e risolti da migliaia di persone prima di noi.

I grandi psicoanalisti e psicoterapeuti hanno sempre sostenuto in modi diversi che spesso il disagio mentale, l’incertezza e la sofferenza emotiva sono una sorta di inganno della mente e che in fondo potremmo essere più felici oggi stesso anche solo cambiando la nostra consapevolezza.

Poi ovviamente una diversa consapevolezza non basta… ma è il primo passo per agire diversamente e quindi ottenere risultati migliori.

Non finirò mai di meravigliarmi di questo concetto… perchè è tutto li: attorno a noi ci sono le soluzioni, ci sono le persone che possono mostrarci una via d’uscita dai problemi che affrontiamo ma se noi non cerchiamo “maestri” nessuno può aiutarci:
<< il maestro appare solo quando l’allievo è pronto! >>

Avere in testa il “balsamo della consapevolezza”, cioè sapere che il nostro viaggio è diverso nella sequenza dei contenuti ma simile nella struttura a quello di tutti gli altri, ci permette di affrontarlo con più coraggio perchè in definitiva ci dona una sorta di serenità… come se sapessimo già che andrà a finire bene, come se sapessimo che qualcuno ha già vissuto quella difficoltà e che potrebbe aiutarci… come se sapessimo che i problemi sono il rovescio delle opportunità se solo sappiamo capovolgere il modo di guardarli.

Come affronteresti la prossima sfida personale o professionale sapendo che comunque andrà bene? Che in ogni caso ne trarrai qualcosa di utile?

Sono certo che non c’è da discutere e opinare; è un tipo di consapevolezza e aspettativa decisamente ottimista e positiva e si tratta solo di non farne addirittura un uso smodato e finire dalla parte opposta…

Il rischio derivante dal troppo Ottimismo e come evitarlo

Da quando nel 2001 ho aperto il mio primo sito e da quando nel 2007 lavoro on-line come autore e divulgatore, le mie parole e i miei scritti hanno toccato a vario titolo la vita di oltre 35.000 persone (il paese dove sono cresciuto ne ha molte meno!!) e spesso le persone mi associano all’idea di Ottimismo tanto da soprannominarmi l’Amico Ottimista, che poi è anche stato il titolo del mio primo libro.

Tuttavia per quanto possa sembrare strano io sono contrario all’ottimismo… e lo ritengo un atteggiamento addirittura “pericoloso” quando non sia unito ad un sano realismo! Infatti ho sempre parlato di Ottimismo Realistico da distinguere nettamente rispetto all’ottimismo ingenuo!

Ma cosa c’entra con il Viaggio dell’Eroe? Beh… il fatto è che un vero Eroe non è un ottimista ingenuo proprio perchè sa bene che ci saranno difficoltà, incidenti, sconfitte, traditori e tanto altro “negativo” e non si sognerebbe mai di affrontare le sue sfide “armato” solo della speranza che tutto vada bene e senza sorprese!

La speranza è un’arma debole e non basta: è necessaria la convinzione! Il Viaggio dell’Eroe ti permette di avere alcune convinzioni e non andare in giro pieno di semplice e debole speranza che alla prima difficoltà si scioglie come neve al sole, lasciandoti per giunta la delusione e l’amarezza o addirittura la sensazione di essere “sfigato”.

Una scioccante rivelazione è che l’Ottimismo è come una sorta di illusione ottica, un trucco della mente che ci fa percepire le situazioni più facili di quello che sono in realtà. Non sto dicendo che sia inutile ma sto dicendo che è pericoloso se non sai che è un “trucco” e lo confondi con la realtà!

MA allora il semplice ottimismo (non l’ottimismo realistico) può essere un nemico ? SI… ma non è nemmeno il peggiore!

Un “nemico” mentale ancora più pericoloso dell’ottimismo: il pessimismo!

Infatti se stavi pensando che l’alternativa all’ottimismo potesse essere il pessimismo… ti sbagli di grosso e non esiste al mondo un Eroe pessimista, quindi non puoi nemmeno pensare di fare il Viaggio dell’Eroe essendo negativo, pieno di paure, incertezze e dubbi tipici del pessimista.

La vita è già piena di cose apparentemente complicate e insormontabili… che di certo un atteggiamento negativo e rinunciatario non ti porterebbe distante. Ma allora come si comporta un Eroe? Qual’è lo spirito che lo distingue?

In questa prima puntata forse ti ho detto fin troppo e credo tu abbia materiale su cui riflettere ma vorrei concludere con una cosa che accomuna i due atteggiamenti sbagliati e ci avvicina alla soluzione: l’ottimismo e il pessimismo sono due illusioni mentali.

Illusionismo mentale e Viaggio dell’Eroe

Insomma… questo benedetto Viaggio dell’Eroe è qualcosa di semplice ma complesso, importante da imparare ma spesso trascurato, lo vivono tutti ma in pochi se ne rendono conto… accidenti: il “mistero” si infittisce !!

Dai… voglio un po’ scherzare con questo tono da “mistero” ma non siamo distanti dalla realtà e non puoi capire e apprezzare il Viaggio dell’Eroe, non puoi trarne beneficio per te stesso se non sei disposto a far entrare un po’ di “magia” nella tua vita!

ATTENZIONE non sto parlando della presunta “magia vera” che non so se esiste e non mi interessa nemmeno scoprirlo: per me non esiste e tanto mi basta!

Sto parlando proprio dell’unica magia che esiste veramente e cioè la “magia finta“, ovvero la tecnologia che serve a simulare le presunte “magie vere”, quella serie di tecniche che vanno dai trucchi del mitico Silvan, fino alle spettacolari sparizioni di Devid Copperfield o agli intriganti esperimenti di psicologia e mentalismo di Derren Brown e Francesco Tesei… per citare solo alcuni degli illusionisti più famosi.

Ok, Ok… ti leggo nella mente: che diavolo c’entrano la magia e l’illusionismo con sto Viaggio dell’Eroe (che ancora non hai capito del tutto cos’è) e la tua vita concreta e reale di tutti i giorni? Questo si che ti interessa veramente!

Ebbene, proprio perchè è un concetto che risale ad epoche antichissime… in tutte le versioni del Viaggio dell’Eroe l’illusione e il “mistero” sono molto presenti e il trionfo finale del protagonista non potrebbe mai avvenire senza un pizzico di magia… ma come questo possa riguardare la tua vita quotidiana (in cui la magia non esiste proprio) mi rendo conto che può apparire un mistero!

Siamo alla fine di questa prima puntata e l’ultima sconvolgente rivelazione è proprio questa: nella tua vita quotidiana non c’è nessuna “magia vera” ma ti stanno comunque illudendo, ingannando, raggirando e persuadendo… molto più di quello che immagini.

Se togliamo i “maghi seri” che si esibiscono nei teatri e in TV, i “maghi veri” non esistono ma siamo comunque  immersi nell’illusione e nella fiction in modo allarmante, così tanto che il 99% delle persone non se ne rende più conto!

L’inganno e l’illusione mentale sono una parte consistente della nostra vita e non sto dicendo che si possa o si debba farne a meno, così come non sto dicendo che siano per forza negative; talvolta sono molto positive!

Il problema è credere alla magia e all’illusione come se fossero vere; questo è il grande inganno!

Non renderti conto di come i telegiornali ci illudono e ci mostrano una versione alterata della realtà. Non renderti conto di come i politici ci raccontano le storie che sono funzionali alla loro versione dei fatti. Non renderti conto di come le aziende e le pubblicità “truccano” continuamente la realtà reale a loro piacimento (ti sto scrivendo a pochi giorni dallo scandalo sui motori truccati della Volkswagen) per vendere meglio i loro prodotti.

Oggi il marketing e lo storytelling politico sono la vera scienza dell’illusione di massa e sono certo che spiegata così capisci bene che non sto parlando di “magia dei maghetti o delle cartomanti“. Come Eroe che compie il suo Viaggio hai a che fare ogni santo giorno con questi inganni e sotterfugi a livello globale e fatti da professionisti.

Oggi siamo immersi in una costante illusione di massa e solo la consapevolezza di questi meccanismi può aiutarci ad uscirne “vivi”, come la corazza e l’armatura di una volta aiutavano il cavaliere a salvarsi da qualche drago malvagio!! Mi segui vero?no merlino

Le illusioni di cui parlo non sono i trucchi di Mago Merlino ma sono globali e culturali e vanno dalle mode che ci illudono quando ci propinano dei modelli di bellezza perfetta ma “truccata” con la magia di Photoshop, passando per spregiudicati consulenti finanziari che propongono investimenti ad alto rendimento “truccando” i bilanci aziendali, fino alle “balle nazionali” con cui si raccontano di paesi ricchi ma che in realtà sono poveri (la Grecia) o viceversa (l’Italia), guerre imminenti che sono solo una minaccia costante e un pretesto per vendere armi, ecc., ecc..

Illusioni di ogni grandezza e natura da queste globali ad altri più piccole come le multe che il comune manda pur sapendo che non sono vere o le cartelle pazze di Equitalia che talvolta pur essendo un trucchetto per fare cassa hanno causato suicidi veri; alle volte l’illusione è peggio della realtà!!

Ma come diavolo faccio a “combattere” contro le illusioni globali della nostra società?

Sinceramente non c’è un rimedio semplice e definitivo… ma se mi hai seguito fino a qui forse hai capito che il solo fatto di vivere in mezzo a tutta questa gabbia di illusioni rischia di farci credere di essere in una “gabbia di matti” e curiosamente forse anche tu alle volta hai pensato che fosse così.

In sostanza oggi come oggi il Viaggio dell’Eroe consiste nell’affrontare queste difficoltà moderne e raggiungere comunque la sua destinazione, superando gli ostacoli e tutto il resto. Quello che posso dirti in conclusione è che una delle doti che dovresti imparare come Eroe… è proprio quella del “nemico” che combatti: l’illusionismo mentale!

Naaaaa?! Per vivere meglio ed essere più soddisfatto dovrei imparare l’illusionismo? Ma mi stai ingannando o cosa?

Il motivo per cui ti dico che imparare l’illusionismo mentale e linguistico è utile è che una volta che sai ingannare sei capace di riconoscere chi lo fa contro di te ed è il primo passo per difenderti.

Non basta diventare consapevole di una cosa, perchè se non non impari a dominarla continui a subirla. Essere consapevole che siamo circondati dall’illusione politica, sociale, economica, culturale, ecc.. senza poi imparare a produrla per difenderci non serve a nulla.

Tu non puoi sapere se le persone attorno a te ti illudono e ti ingannano fino a quando tu non impari a fare altrettanto… e non sto dicendo che dovresti ingannare o illudere il prossimo ANZI, sto dicendo che dovresti saperlo fare ma non farlo!

Il viaggio dell’Eroe non è certo un corso di magia ma ho insistito un po’ su questo punto perchè la disponibilità mentale a credere all’incredibile è necessaria per essere degli Eroi

Ok… tutto “intrigoso” e affascinante… ma: dove si impara il Viaggio dell’Eroe?

Siamo alla fine di questa prima puntata e come detto all’inizio non potevo spiegarti un concetto così complesso, antico e “misterioso” senza qualche premessa e senza dirti perchè poteva interessarti, come avrebbe potuto “cambiare la tua vita” e infine come impararlo.

Ora la bella notizia: se oggi hai capito che esiste questa cosa chiamata Viaggio dell’Eroe, che può essere utile a tutti e quindi anche a te, che riguarda un modo di vivere la vita più avventuroso e soddisfacente, sconfiggendo un “nemico” che ha tra le sue armi l’illusione di massa… nella prossima puntata andremo a vedere nei dettagli in cosa consiste Il Viaggio e quali sono le sue tappe principali.

Per ora posso solo dirti che l’argomento delle primissime tappe del Viaggio si chiama: “il rifiuto della chiamata“.

Sostanzialmente l’Eroe è messo davanti ad una novità, qualcosa di affascinante ma anche misterioso, che lo attrae ma lo spaventa e per conoscere di più sa che deve prendere una decisione. Non ci sarebbe nulla di difficile se non fosse che accettare la chiamata significa trovare il coraggio di andare incontro alle novità, significa ammettere di non sapere.

Benché “sapere di non sapere” è proprio il primo passo verso la consapevolezza, è anche il più difficile ed è sempre più semplice dire a se stessi che lo faremo, che non importa, che sono altre le cose importanti, ecc.. e tornare ad accendere la TV e sorbirsi ancora un po’ di illusioni!

In realtà se una chiamata arriva… non è mai una semplice coincidenza ma senza tirare in ballo spiegazioni “mistiche o quantistiche, sincroniche o fuffologhe”, ti spiego io perchè: perchè se presti attenzione ad una cosa fino a chiederti se approfondirla oppure no… significa che in fondo sai già che è una cosa interessante e se fino a quel punto della tua vita non te ne eri mai interessato era solo perchè non eri pronto a sapere, non era utile per te.

telefonoxentrareinmatrixUn’ultima cosa molto importante: questa puntata che hai appena letto faceva già parte del tuo viaggio dell’Eroe… e l’ultima rivelazione è che se sei qui a leggere questo finale significa solo che la chiamata è già arrivata!! Ora devi solo decidere se accettarla o rifiutarla!

Se vuoi accedere gratis alle prossime puntate della serie inserisci il tuo indirizzo email e accetta la chiamata per continuare il Viaggio…

Se accetti la chiamata, nella prossima puntata scoprirai:
– quali sono le 12 tappe del viaggio e che significato hanno per la tua vita reale
– il segreto del numero 12 e come non farsi invischiare in illusorie teorie dei numeri
– come capire in quale tappa del viaggio sei arrivato e come passare alla prossima

Il Viaggio dell’Eroe non è un “mistero” e ti basta un giro in libreria o su internet per scoprire quante persone ne parlano, quanto lo hanno già fatto e come sia una teoria di tutto rispetto e accettata nel mondo… ma Il Viaggio dell’Eroe come lo possiamo fare assieme non lo trovi da nessun’altra parte e questo te lo posso assicurare!

Spero che tu accetti la chiamata e intanto ti invito a lasciare un commento o condividere con altri questa opportunità cliccando sul pulsante Mi piace e Condividi.

Commenta da Facebook
Condividi con i tuoi amici:

2 Replies to “Svelato il misterioso Viaggio dell’Eroe…”

  1. Ciao, grazie per questo invito così prestigioso! Aderisco al viaggio per un semplice motivo: sai di cosa stai parlando e lo si capisce da quello che hai scritto. Aspetto con impazienza le prossime puntate!

    • Ciao Mariano e benvenuto. Condividiamo la “serialità” e vediamo se il mio lavoro potrà esserti utile in qualche modo!
      Fatti sentire e lascia scritto qualcosa nei commenti… ma non ho dubbi che sarai tra i primi a farlo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*